Il Regolamento

REGOLAMENTO DEL CONCORSO
“AVICOLTORE DELL’ANNO – PREMIO 2018 MIGLIORI PRATICHE DEL SETTORE AVICOLO ITALIANO”

Unione Nazionale Filiere Agroalimentari Carni e Uova – UNAITALIA, con sede in Via Cesare Balbo 35 – 00184 Roma, C.F. 97690210584 ha indetto il seguente concorso.

Tutte le persone fisiche maggiorenni, residenti sul territorio italiano, della Repubblica di San Marino o dello Stato Città del Vaticano, che abbiano la disponibilità di un indirizzo e-mail e che svolgano la professione di allevatore avicolo presso un allevamento delle aziende facenti parte dell’Associazione UNAITALIA – Unione Nazionale Filiere Agroalimentari Carni e Uova possono partecipare al presente concorso.

La partecipazione sarà ammessa dal giorno 26 Marzo 2018 (ore 09:00) al giorno 18 Maggio 2018 (ore 23:00). La proclamazione dei vincitori del concorso avverrà a Roma il 14 Giugno 2018, in occasione dell’Assemblea Annuale UNAITALIA.

La partecipazione al concorso è del tutto gratuita (fatte salve le spese di connessione alla rete Internet, sulla base del costo sostenuto dal singolo partecipante, in base al proprio profilo tariffario e senza alcun costo aggiuntivo).

Il presente concorso è organizzato con la finalità di mettere in evidenza e promuovere le best practice di un moderno allevamento avicolo (relative a 3 categorie: benessere animale, sostenibilità ambientale, innovazione tecnologica) attraverso il racconto diretto dell’esperienza individuale degli allevatori, valorizzandone il ruolo e il crescente impegno.

A tal fine, sul sito www.unaitalia-premio-avicoltore.it verranno raccolte le candidature dei partecipanti, consistenti in un file pdf/word (della grandezza massima si 1 MB) nel quale – in riferimento alle tre categorie (benessere animale, uso responsabile degli antibiotici, sostenibilità ambientale) gli allevatori descriveranno nel concreto e con la maggior ricchezza di dettagli possibile, la propria pratica di allevamento.

A discrezione dei partecipanti, nel file potranno essere presenti immagini (foto, grafici, ecc.) o link web ai quali scaricare documentazione integrativa (video, foto in alta risoluzione, ecc.).

A partire dal giorno 26 Marzo 2018 al giorno 18 Maggio 2018, tutti gli allevatori interessati a prendere parte al concorso e rispondenti alle caratteristiche indicate da questo regolamento, dovranno collegarsi al sito www.unaitalia-premio-avicoltore.it, accettare il presente regolamento e inviare – compilando l’apposito form online – la descrizione della propria pratica avicola, corredando il testo (a propria discrezione) di eventuali materiali integrativi descrittivi.

Ciascuna descrizione dovrà essere inerente a una – e una soltanto – delle 3 categorie già accennate:

  • benessere animale;
  • sostenibilità ambientale;
  • innovazione tecnologica.

Qualora lo volesse, ogni allevatore potrà concorrere al premio in ciascuna delle 3 categorie, presentando per ciascuna una candidatura distinta e compilando interamente il form per ciascuna candidatura.

Le candidature dovranno essere inviate (attraverso l’apposito form sul sito www.unaitalia-premio-avicoltore.it) secondo le modalità precedentemente accennate e rispettando gli inderogabili parametri tecnici di seguito indicati:

  • 1 file in formato word/pdf (non saranno accettati altri formati);
  • Grandezza massima file: 1 MB;
  • testo della pratica avicola (minimo 1 cartella)
  • a descrizione del partecipante: foto / immagini; link a contenuti multimediali (foto, video, ecc.).

Ogni partecipante – previa lettura dell’informativa al trattamento dei dati personali ex art. 13 D.lgs n. 196/2003 – dovrà fornire all’interno del form dedicato al concorso i dati anagrafici richiesti per la partecipazione.

La pratica avicola dovrà essere coerente con una delle 3 categorie e contenere significativi elementi atti a facilitarne la comprensione e a descriverne i punti di forza. In particolare il testo dovrà contenere:

  • l’anagrafica dell’allevamento, con particolare riferimento al numero dei capi;
  • il racconto della pratica con – laddove possibile – una comparazione tra il periodo precedente e il periodo successivo alla messa in opera della pratica stessa, atto a metterne in evidenza i vantaggi apportati;
  • la descrizione del valore aggiunto che l’adozione della pratica ha comportato per gli animali, l’ambiente e/o i consumatori;
  • un’indicazione relativa al numero di capi che ha interessato l’adozione della pratica.

A tal fine UNAITALIA potrà escludere dalla partecipazione al concorso le candidature che non abbiano attinenza con il premio o risultino lesive per l’immagine altrui o siano da reputarsi altrimenti denigratorie del settore avicolo o includano, infine, espressioni oscene, volgari, ingiuriose o diffamatorie.

Le candidature verranno sottoposte all’esame di una giuria, la quale selezionerà, a proprio insindacabile giudizio, i 5 vincitori.

Dopo l’espletamento delle suddette procedure da parte della giuria, ognuno dei tre vincitori sarà contattato via posta elettronica e sarà tenuto ad inviare ad UNAITALIA con le modalità ed entro i termini che saranno indicati, la formale accettazione del premio, oltre alla/le copia/e di un proprio valido documento di identità.

L’accettazione del premio dovrà pervenire al soggetto delegato entro e non oltre 3 (tre) giorni dalla trasmissione della offerta di vincita inviata via posta elettronica, a pena di decadenza dal premio.

Qualora uno o più classificati non rispondano alla offerta di assegnazione del premio inviatagli, entro il termine o nei modi sopra indicati, il premio si intenderà rifiutato e si procederà a contattare il partecipante successivamente classificatosi in graduatoria.

I vincitori verranno premiati nel corso dell’annuale evento istituzionale che UNAITALIA organizzerà nel mese di Giugno 2018 a Roma (in data e sede in via di definizione).

Ad ognuno dei premiati, verrà consegnata una targa commemorativa.

Tutti i premiati si aggiudicheranno inoltre la possibilità di usufruire gratuitamente – mediante un voucher – di un corso di formazione specialistico relativo alle pratiche del settore agricolo. Il voucher potrà essere utilizzato dall’allevatore in attività e interventi legati allo sviluppo ed alla miglioria della propria attività, come ad esempio: interventi atti al miglioramento del proprio allevamento, con particolare attenzione alle migliorie tecnologiche legate al benessere animale, all’uso responsabile degli antibiotici e alla sostenibilità ambientale; corsi di formazione e/o di aggiornamento destinati all’allevatore e il suo staff, erogati con la finalità di migliorare le pratiche avicole già in uso e di implementarne di nuove con l’obiettivo di apportare migliorie legate al benessere animale, all’uso responsabile degli antibiotici e alla sostenibilità ambientale; varie ed eventuali.

La partecipazione al concorso implica l’accettazione incondizionata del presente regolamento ed è subordinata, tra l’altro, all’esatto completamento dell’anagrafica di registrazione, alla lettura dell’informativa al trattamento dei dati personali (ex art. 13 D.lgs n. 196/2003) ed alla cessione, ad UNAITALIA, di tutti i diritti, non esclusivi, di pubblicazione relativi ai materiali inviati per la partecipazione al concorso. A tal fine, con la partecipazione al concorso, il partecipante cede, a titolo gratuito, a UNAITALIA (e suoi aventi causa), tutti i diritti di proprietà intellettuale per lo sfruttamento, non esclusivo, delle descrizioni delle pratiche avicole e dei materiali ad esse correlati. I diritti di utilizzazione e sfruttamento economico ceduti dal partecipante sono da intendersi riferiti a qualsiasi mezzo di trasmissione presente o di futura invenzione, senza limiti di tempo e di territorio e comprendono il diritto di effettuare modifiche o adattamenti, alterazioni, interpolazioni, etc. senza necessità di autorizzazione alcuna del partecipante (ad esempio per esigenze legate alla diffusione tramite siti di società terze autorizzate da UNAITALIA, all’utilizzo sui social network o alla messa in onda televisiva). Più in particolare, i diritti di cui sopra potranno essere liberamente ceduti e/o licenziati da UNAITALIA, in tutto e/o in parte. Per quanto occorrer possa, la cessione comprende, tra l’altro, anche la facoltà (ma non l’obbligo) di: (i) riprodurre e/o trasferire su altri formati (format shifting) ed effettuare la moltiplicazione in copie, temporanea o permanente, in tutto o in parte, in qualunque modo e forma, con qualsiasi procedimento di riproduzione; (ii) elaborare o editare, tradurre, in tutto e/o in parte, con ogni mezzo e su qualsiasi supporto; (iii) pubblicare, eseguire, rappresentare, trasmettere, comunicare al pubblico, mettere a disposizione del pubblico, distribuire, noleggiare o prestare, e comunque utilizzare in ogni forma e modo, in tutto e/o in parte; (vi) utilizzare nella messaggistica di ogni genere che UNAITALIA e/o i suoi aventi causa, riterranno più opportuna.

Il partecipante dichiara pertanto e garantisce, il pacifico godimento dei diritti di sfruttamento sulle descrizioni delle pratiche avicole e sui materiali ad esse correlati, ceduti, in via non esclusiva, ad UNAITALIA ai sensi del presente regolamento. Il partecipante dichiara inoltre e garantisce che le descrizioni delle pratiche avicole ed i materiali ad esse correlati inviate sono frutto della propria elaborazione creativa e non sono state utilizzate in precedenza per la partecipazione ad altri concorsi a premi. Conseguentemente, il partecipante terrà indenne e manlevata UNAITALIA da qualsiasi richiesta risarcitoria od inibitoria che dovesse venire rivolta da terzi, com’anche da tutti i danni e le spese (comprese quelle legali) conseguenti alla eventuale lesione dei diritti di terzi.

Ai sensi del D.lgs. n.196/2003, il trattamento dei dati raccolti verrà effettuato ai fini della partecipazione al concorso e della assegnazione dei premi. Relativamente ai dati forniti, il partecipante, ai sensi dell’art. 7 del D.lgs. n.196/2003, potrà esercitare – in ogni momento – il diritto di rettifica, modifica e cancellazione, con semplice comunicazione da inviarsi al soggetto delegato.

Il presente concorso non costituisce una “manifestazione a premio” ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. n. 430 del 26 ottobre 2001, in quanto il conferimento del premio rappresenta il riconoscimento del merito personale ed un titolo d’incoraggiamento nell’interesse della collettività.